HOME STAGER DEL MESE: LOREDANA BONSIGNORE

08-07-2018

 

Loredana Bonsignore, home stager PRO di Palermo e attiva in Sicilia, si racconta al team Lovers attraverso confidenze e riflessioni sulle potenzialità della professione di home stager in una regione come la Sicilia.

 

 

L’Home Staging nelle isole lontano dalle grandi città del nord è possibile?

 

Sì. Se il committente è consapevole della validità del servizio assolutamente sì. Uno dei miei primi incarichi ricordo che fu proprio in un paesino di pochi abitanti. In Sicilia l’home staging viene richiesto frequentemente in modo diretto dai privati.

 

 

 

 

 

 

La tua attività dove si svolge? E qual è la tua specializzazione?

 

Io opero prevalentemente nella mia città che conta oltre un milione di abitanti, Palermo. Mi sposto ovunque se necessario. I risultati dell’Home staging sono sempre molto soddisfacenti: io in verità non faccio solo “quanto basta”, perchè ci metto anche molto cuore da creativa.

Il settore che prediligo e che mi dà enormi soddisfazioni, è quello della micro ricettività dove trasferisco tutte le mie energie e non ho vincoli creativi. Anche il re design mi gratifica enormemente. Mi sento come “Il medico della casa”. Le signore dopo una prima diffidenza iniziale poi pendono dalle mie labbra e mi ringraziano. La microricettività è in una fase di forte espansione e l’intervento di restyling fa la differenza anche nelle recensioni che crescono in numero di stelle.

Per la vendita il servizio di Home staging risente ancora della mentalità scettica e pratica degli agenti immobiliari che preferiscono svendere velocemente. Con l’affitto funziona benissimo ma meglio sui privati perché l’agente immobiliare non ci guadagna gran che. Proprio oggi è stato affittato un appartamento arredato da me dopo solo 4 giorni dalla consegna con grande soddisfazione dell’agente immobiliare che me lo ha affidato.

Mi occupo anche di re-design a budget controllato, l’attività che genera ha un effetto tam tam. La voce si sparge velocemente fra amici e parenti.

 

Tendenze di home decor utili al tuo lavoro in Sicilia- vendite affitti o micro ricettività?

 

Mi piace trovare l’armonia in accordo con il luogo o la destinazione o, se re-design di casa privata, in sintonia con il gusto di chi la abita.  Per l’Home Staging uso colori e decori che a volte potrebbero essere considerati forti, perché mi piace emozionare attraverso essi; la Sicilia è una terra dai colori forti e saturi e sono quelli che ci emozionano. I WOW finali sono sempre la mia soddisfazione.

 

 

 

 

Come hai fatto rete nel territorio?

 

Al momento collaboro con Davide Padiglione, che ha una lunga esperienza in scenografia. Molte volte mi sono imbattuta in gente con scarsa esperienza del mondo casa e decor, priva dell’umiltà e della voglia di seminare, indispensabile per un home stager. Sono fiduciosa che grazie al grande apporto che l’associazione HSL mi dà, le cose potranno cambiare. Sarebbe bello avere nuove figure di riferimento per l’home staging in Sicilia orientale, che ha immense potenzialità di crescita. Chi decide di fare questo lavoro deve assolutamente capire che non basta il buon gusto, occorre competenza, spirito imprenditoriale, creatività e umiltà.

 

 

 

 

Un invito a chi vuole sapere qualcosa di più sull’Home Staging?

 

Ci vuole tanta preparazione da acquisire nelle scuole di formazione dedicate e tanta voglia di formarsi utilizzando tutti gli strumenti che l’Associazione Nazione Home Staging Lovers mette a disposizione.