Ultra violet, 18 3838

16-01-2018

 

Non è un colore come tanti, sarà il colore che influenzerà stili e tendenze del 2018.

 

È stato scelto dalla fonte più autorevole in materia, Pantone, per rappresentare l’anno che ci ha appena spalancato le porte. Una scelta sorprendente e inaspettata che stupisce e stuzzica molti professionisti, amanti dell’home decor e home stagers.

drammaticamente provocatoria e riflessiva, che comunica originalità, ingegno e pensiero visionario che ci orienta al futuro”.

La direttrice esecutiva del Pantone Color Instute, Leatrice Eisman, ha presentato così il colore dell’anno: “Viviamo in un tempo che richiede creatività e immaginazione. È questo tipo di ispirazione creativa che è propria di Pantone Ultra Violet, porta la nostra consapevolezza e il nostro potenziale a un livello più alto”.

 

L’Ultraviolet riesce a racchiudere in sé tutto e il contrario di tutto.

È un colore importante, che in passato è stato perfetto per rappresentare il mondo anticonformista e rock di David Bowie, ma allo stesso tempo è in grado di essere il colore per eccellenza della cristianità, indossato nelle celebrazioni nel periodo quaresimale.

È un colore che può dare valore a qualsiasi ambiente, o out-fit, ma se usato in maniera impropria può diventare pesante e poco elegante.

Proprio partendo da queste considerazioni è utile scegliere l’ultra violet come “la nota di colore” da aggiungere agli interni da vivere e da progettare. Questo vale ancora di più se parliamo di interventi di home staging, che devono sapere sfruttare questo colore per interessare il maggior numero di persone possibile.

 

I consigli per utilizzare l’Ultraviolet

 

Antonella Polimene

 

1.Accessori e complementi: In un intervento di home staging, è possibile ottenere ottimi risultati utilizzandolo a completamento dell’allestimento realizzato con toni neutri. Via libera quindi a cuscini e tessili che valorizzino l’ambiente rendendolo più interessante e peculiare. Anche l’inserimento di complementi d’arredo e piccoli accessori farà sì che l’appartamento si differenzi nel panorama immobiliare rendendolo interessante ed accattivante.

Samuela Filardo

 

 

2.Quali stanze prediligere: l’uso dell’ultra violet, declinato anche nelle nuance più tenui, è ideale per dare colore alla camere da letto, conferendo alla stanza uno stile parisienne intimo e accogliente. Può essere una buona scelta anche nella sala da bagno, dove con candele o pout-pourri sarà possibile creare la giusta atmosfera rendendo l’ambiente caldo e rilassante. Per osare un poco di più è possibile utilizzarlo anche nella zona living, mostrando stile ed eleganza, sempre a patto di optare per la moderazione.

 

Fosca de Luca

 

 

3. Quali sensazioni evoca: È importante notare come l’ultra violet, a seconda della palette colore alla quale venga abbinata, possa creare sensazioni ed emozioni differenti. Se accostato ai toni neutri del bianco o del beige, magari in nuance più chiare, è perfetto per uno stile provenzale fresco ed accogliente, mentre utilizzato insieme ai toni del grigio, il regalo un’atmosfera più elegante e contemporanea. Queste distinzioni sono fondamentali in un progetto di home staging. Ecco quindi che per un immobile riservato alla microricettività, o ad una famiglia che ricerca freschezza e accoglienza l’ultra violet può essere abbinato a toni neutri, mentre per un immobile dallo stile più contemporaneo occorre puntare sull’eleganza del grigio.

Cristina Canci

 

 

L’Ultra Violet se usato con parsimonia e gusto, potrà far uscire dall’anonimato gli ambienti colorandoli con un tocco di fascino sia che debbano essere abitati, ma anche venduti o locati: se dosato nel giusto equilibrio l’effetto wow è assicurato.

 

 

 

 A cura di: Barbara Rossi