UNA HOME STAGER AL MAISON&OBJET

03-02-2019

 

Si è conclusa il 22 gennaio a Parigi l’edizione invernale di Maison&Objet, la fiera internazionale dedicata alla casa: una panoramica delle tendenze che dal 1995 mostra al mondo le novità in fatto di design, arredo, decorazione, tessuti, profumi e tanto altro del mondo dell’abitare. Oltre 30.000 i marchi presenti, più di 600 espositori e circa 90.000 visitatori: questi gli incredibili numeri. Entrare per la prima volta in una kermesse di queste proporzioni equivale all’ubriacarsi di colori e creatività.

 

 

 

Mi attendono otto immensi padiglioni; dal 1° al 5° dedicati all’Object e gli altri tre dedicati alla Maison (1° e 2° Cook&Share, 3° Kids&Family, 4° Fashion Accessories, 5° Home Accessories), il 6° alla Home Fragrances ed infine il 7° e 8° alla Home Linen. Decido di iniziare la visita partendo dagli stand 8 e 7 dove l’eleganza senza tempo è la vera protagonista.

Affascinata dal lusso prepotente che si ammira in ogni suo aspetto, i miei occhi meravigliati hanno l’imbarazzo della scelta ed un susseguirsi di espressioni incredule si impossessano del mio sguardo senza fine. Per la gran parte non è possibile fotografare quanto esposto, che sarà reso pubblico dai diretti proprietari al termine dell’edizione. Ma posso assicurarvi che qui l’eleganza si percepisce non solo “guardando” gli eccentrici arredi, ma soprattutto tramite “il tatto”. È possibile così apprezzare appieno il pregio delle lavorazioni e la perfezione delle finiture.

Il tempo passa inesorabile e decido di dedicare l’attenzione agli espositori italiani, mi è più facile relazionarmi con loro, ma soprattutto in questa babele di eccentricità, riempie d’orgoglio vedere quanto l’artigianato italiano sappia realizzare.

 

RIVIERE

 

Mi incuriosisce conoscere la storia di connazionali tanto capaci ed inizio con la signora Karin Frigo di RIVIERE (MI): la loro è una collezione di accessori di lusso come vassoi, portaoggetti, cornici, tutti articoli di fascia molto alta destinati a clienti internazionali. Ogni pezzo è realizzato a mano con una straordinaria combinazione di materiali e finiture. Legno pregiato, cristallo scolpito, pelli e camoscio di qualità superiore. Ammiro con piacere la perfezione nei dettagli accurati.

 

MASSERANO

 

Poi è la volta di Cristina Masserano della omonima MASSERANO Cashmere di Biella, mi parla della terza generazione per questa realtà italiana che ha saputo arricchire il proprio parterre di prodotti in pregiato cashmere seguendo le esigenze di ogni cliente. Produzione artigianale che esalta le nobili filature, la tessitura e lavorazione a tricot. Cristina e la madre mi invitano a toccare coperte di una morbidezza unica e lenzuola delicate. Mi consigliano di registrarmi al loro sito internet per vedere tutte le collezioni ed i prezzi scontati dedicati ai professionisti e aziende. Plaid, coperte, vestaglie, pantofole, cuscini e accessori personalizzabili. Una mostra deliziosa che merita attenzione.

 

Chiara Troglio di PICTALAB

 

La gentile Chiara Troglio di PICTALAB (MI) mi racconta con passione il suo lavoro. Con la socia Orsola Clerici nascono come decoratrici d’interni, inizialmente dipingendo su muro, poi hanno sviluppato la linea di carte da parati che vediamo in mostra e ora spediscono con gran successo il loro prodotto in tutto il mondo. Sono tutti colori lavabili e dipingono sia su carta che su muro, fibra di vetro, ferro… 12 anni di attività ed il 4° anno in Fiera qui a Parigi. Peculiarità principale del loro servizio è la personalizzazione del progetto e l’assistenza costante alla clientela. Sulla base di una immagine o planimetria della stanza da arredare loro propongono soluzioni realistiche tramite render dedicati. Ci scattiamo una foto davanti ad una deliziosa parete azzurra a pois dorati, una carta da parati emozionale anche da toccare.

 

Sabrina Angeli di CLAUDIA BARBARI

 

Claudia Barbari è la giovane stilista della casa omonima, creatrice di tutto quello che realizzano. Me ne parla con passione Sabrina Angeli che immortalo davanti ai ripiani con le coperte, lenzuola, tovaglie, cuscini di loro produzione. L’azienda ha 10 anni ed è di Modena. È possibile avere i campioni in conto visione per qualunque progetto in supporto della presentazione che l’interior designer farà al suo cliente. Sabrina mi racconta che la loro produzione standard è fatta da 300fili/pollice, a differenza della maggior parte della concorrenza che lavora su 100/150fili. Ho individuato un cuscino ed il plaid coordinato di un azzurro cielo che mi incanta e l’ho scelto per il prossimo progetto di redesign. È davvero favoloso il colore e la texture, sarà sicuramente un successo e Sabrina si rende disponibile ad incontrarci nel mio studio a Bologna. Fantastico!

 

L’OPIFICIO

Proseguo fermandomi al L’OPIFICIO (TO) che produce velluti e tessuti d’arredamento 100% Made in Italy e totalmente privi di formaldeide. Federico Bertoldo, responsabile del mercato italiano e della produzione, è uno dei fratelli dell’azienda familiare di Torino, fondata nel 1998. Paola è la presidente, mentre la sorella Barbara è la direttrice artistica. Realizzano prodotti salubri di alta qualità, questo mi viene raccontato con dovizia di particolari e con molta eleganza dalla signora Jessica Boriani che da quasi 15 anni partecipa con l’azienda a questa Fiera oltre a Milano al Salone del mobile, a New York all’ Icff e a Dubai. In 15 anni è cambiato molto, dice, anche il pubblico. All’inizio c’erano molti proprietari di negozi che ora sono andati calando, adesso ci sono molti più studi di architetti ed interior designer, boutique sempre meno e più progettisti, questo il grande cambiamento.

 

 

Colgo l’occasione per partecipare ad un TALK per ascoltare le testimonianze di due direttori d’albergo a Parigi e Londra che dicono dell’importanza dell’arredo floreale negli ambienti pubblici e privati. Non posso che dar loro piena ragione e le fotografie che proiettano ne sono gradevole testimonianza.

 

BLACK TIE

 

È quindi la volta di visitare BLACK TIE (VI) dove Franco Spina e la figlia, rappresentanti per l’Italia, mi raccontano storia e prodotti. “Un rifugio di eleganza perfetta in cui convivono design classico, look minimal e gusto elegantemente retrò.” Questo lo slogan! Grande cura per il dettaglio e ricerca maniacale dei migliori materiali per realizzare divani, tavolini, lampade, specchi, chaise longue, paraventi. Mi innamoro di una poltrona rosa, braccioli dorati. Non è solo bella, ma di una comodità unica. La fotografo e la conserverò senz’altro nella wishlist personale.

 

QUAGLIOTTI

 

Mi attirano le stoffe appoggiate ai cerchi dorati appesi alle pareti del grande stand QUAGLIOTTI, azienda che produce tessile dal 1933. Mi fermo ed Elisabetta Bianchi mi narra dell’azienda oramai alla 4 generazione, solo 24 persone che si occupano di una lavorazione artigianale ed impeccabile. Un tessuto molto resistente, perfetto dopo molti lavaggi, presente al Ritz Hotel di Parigi, 4seasons di Londra e di Istanbul, Armani di Milano, giusto per citarne alcuni. Mi invitano a visitare l’azienda a Chieri (TO) per vedere le sarte al lavoro ed i telai in funzione. Una fantastica occasione che accetto più che volentieri.

 

CULTI MILANO

 

Ora è Laura Rossetti che mi presenta l’azienda prima al mondo per diffusori d’ambiente. CULTI MILANO nasce da una intuizione della mente eclettica di Alessandro Agrati. Le bacchette di midollino sono l’originale sistema inventato per la prima volta da CULTI nel 1990 per poter essere continuamente accompagnati dal proprio profumo in ogni spazio. 17 fragranze che si possono declinare tra agrume, spezie, legno ecc a seconda dell’atmosfera che si vuole creare nella stanza del b&b piuttosto che nella propria casa. Gli utili trigger per le tende, tappeti, lenzuola donano profumo di pulito senza macchiare e già penso a quando li userò per i miei allestimenti. Il nuovo packaging nero attrae l’attenzione di molti visitatori, mentre quelli colorati regalano allegria. Una foto con Laura sotto al logo aziendale è una promessa di venirmi a trovare a Bologna per farmi conoscere da vicino le ultime profumazioni.

 

WALL&DECO

 

Giovanni Mancuso di WALL&DECO di Cervia (RA) mi presenta le famose carte da parati. Mi lascia un catalogo dalle palette infinite e l’impegno a ritrovarci per sapere di più di questa azienda capace di creare suggestioni e ispirazioni anche contrastanti, reazioni uniche che raccontano di storie che non potrebbero essere narrate in alcun altro modo se non tramite l’effetto visivo e tattile dei loro prodotti. Incredibili i disegni, di una fantasia inusuale. Non mi lascerò sfuggire l’occasione di provarle personalmente nel prossimo allestimento.

 

ROSITA MISSONI

 

Poi succede che, per condividere una foto nel suo stand ed in sua presenza, ho il grande piacere di raccontare brevemente la mia passione per il “mondo casa” a Rosita Jelmini MISSONI. Che grande emozione darle la mano e scambiare qualche parola. Mi travolge l’energia e l’ottimismo che traspaiono con tale semplicità dalle parole di questa Signora di una cortesia, gentilezza e disponibilità uniche. Un onore incontrarla ed un piacere ammirare le ultime collezioni, una foto assieme è un bellissimo ricordo che conservo con rispetto.

 

È stato il mio primo M&O ma non certo l’ultimo! Tornerò alle prossime edizioni di questa grande piattaforma di lifestyle, a metà tra il mondo del business e della creatività. Au revoir Paris!

 

A cura di Daniela Margiotta