Silvia Huber

RMHS Pro

Complemento di arredo preferito

Cuscini, Tende, Oggettistica Vintage , Amore

Formazione ed esperienze lavorative

Ho studiato all’Università “La Sapienza” di Roma per diventare Psicologa. Iscritta all’Albo Sez.A del Lazio, il mio ingresso nel mondo del lavoro mi vede maturare le mie prime esperienze all’interno di contesti Aziendali, multinazionali o società di consulenza. Al loro interno, negli anni mi sono occupata di Selezione, Sviluppo, Employer Branding e Formazione del personale. Negli anni ho fatto un percorso che potrebbe sembrare “atipico”, “inverso” se vogliamo, per me semplicemente Meraviglioso: ho iniziato a studiare perché volevo capire la “profondità” delle cose e delle persone, ho così imparato l’importanza delle RELAZIONI e dell’APPARENZA, l’incontrovertibile peso della “PRIMA IMPRESSIONE”. Le persone hanno bisogno di compiere valutazioni istantanee per prendere una decisione sul momento. Queste Valutazioni,apparentemente rapidissime(pochi millesimi di secondo)sembrano frutto del solo istinto, ma non è così. C’è molto di più:meccanismi psichici(tanti),schemi, esperienza,INTUITO,EMOZIONE! Nell’estate 2017 scopro, per caso (così come avvengono tutte le più grandi scoperte insomma), che la mia passione per tutto ciò che è design, moda, fotografia e arredamento può tradursi in una “Valorizzazione dell’immagine immobiliare” : Scopro l’HOME STAGING! Mi scrivo alla scuola di alta formazione professionale ‘Staging & Redesign Expertise School’, acquisendo la qualifica di Home Stager.

Chi sono

Mi chiamo Silvia, ho trentadue anni e un amore viscerale, indistruttibile, immutabile…..per i gatti. Mi piace valorizzare ciò che incontro, persone, ambienti, cibo, utilizzando ingredienti semplici e curandone i dettagli e la presentazione. Amo il mare, il buon vino e l’odore del caffè la mattina. Sono ambiziosa, curiosa (tanto!), spesso impaziente, e nella vita vorrei non dover mai aspettare. Ho imparato a farlo, ma solo con le cose che mi stanno vicino al cuore. Adoro ridere, leggere e parlare, comunicare per me è essenziale, comunicare bellezza l’aspirazione quotidiana. Mi piacciono le persone “strane”, quelle che sanno indossare il peso delle loro esperienze e conservare la bellezza nell’eleganza della non banalità.

“Il gusto della felicità”

ORTENSIA

VILLA DEI TIGLI